21/03/2018

Caro Direttore...a proposito di elezioni


Caro Direttore...a proposito di elezioni

Un merito va dato al 5 stelle, hanno sostenuto una campagna elettorale in solitudine contro tutti e con un solo apparato di partito mentre gli altri si sono coalizzati con il peso di financo quattro apparati di partito quadruplicando le spese per contrastare da destra e da sinistra il nuovo soggetto politico.
Alla sinistra 4 segreterie e relativi costosi apparati, Renzi ed i suoi che girano con treno in perfetto orario non come quelli dei pendolari, la Bonino ed i suoi che cercano di recuperare antiche glorie, la Lorenzin che cerca di mantenersi a galla e gli altri che sperano di partecipare al banchetto.
Alla destra 4 segreterie e relativi costosi apparati, con Berlusconi che fa il pompiere a Bruxelles, la Meloni tiene a bada la parte più turbolenta dell’elettorato, Salvini promuove la piazza innalzando il Vangelo ed il Rosario e gli altri che cercano di partecipare al banchetto.
Cosa resta di quanti a suo tempo votarono il bipolarismo per ridurre le spese elettorali e gli apparati di partito e che aspiravano ad una semplificazione elettorale, le lenzuola consegnate per le urne ad occhio e croce sono 4 volte più grandi delle schede elettorali della 1° Repubblica dei sette-otto partiti di cui si affermava allora che erano troppi.
Inoltre all’elettore non è nemmeno consentito esprimere la preferenza per un candidato di suo gradimento al quale esprimere la propria fiducia.
Nonostante questa Invincibile Armada i 5 Stelle hanno realizzato in solitudine risultati dello stesso peso degli altri, Grasso con Liberi ed Uguali ha tentato in parte la stessa strada in solitaria ma non gli è andata altrettanto bene.
Una proposta per le prossime elezioni, si approvi un semplice articolo di poche parole che abolisca tutte le modifiche alle leggi elettorali intervenute dal 1948 in poi, avremo come un tempo la sera stessa i nominativi degli eletti e non due o tre giorni dopo come ora.
 
 G.Carlo Colosio

Archivio
2017
2016